La parodontite: cause e terapie

Quante volte hai sentito la frase “Prevenire è meglio che curare?” A volte si è fin troppo abusato di questo detto, ma quando si parla di salute orale è un evergreen. Per stare bene è necessario prendersi cura di se stessi! Infatti, anche se pensi di essere completamente in salute, ci sono alcune patologie che in modo subdolo potrebbero star facendo il proprio corso, o pochi o senza sintomi. Tra queste c’è la parodontite.

Ma che cos’è esattamente e da cosa ha origine? Come si cura la parodontite e in che modo è possibile prevenirla? Continuate a leggere per avere queste risposte.

Che cos’è la malattia parodontale ?

La parodontite è un problema di salute globale che colpisce il 60% della popolazione adulta dopo i 35-40 anni. È una malattia infiammatoria sostenuta da un’infezione cronica che interessa le gengive e le radici dei denti. La parodontite è da intendersi come lo stato finale di una gengivite. La parodontite comincia infatti sempre come una gengivite e, se non curata, può evolvere in parodontite progressiva e distruttiva (una volta detta piorrea). Quest’ultima interessa e danneggia i tessuti più profondi (ovvero il legamento parodontale attorno alle radici dei denti e l’osso alveolare), procura una progressiva mobilità dei denti, con la loro probabile conseguente perdita.

Nell’evoluzione di queste fasi è possibile individuare alcuni sintomi più comuni:

Come faccio a sapere se sono a rischio di sviluppare la parodontite?

La parodontite è una malattia complessa e multifattoriale. I fattori di rischio che la causano sono principalmente:

  1. Il fumo: gioca un ruolo chiave nella genesi e nella progressione della parodontite, oltre a ridurre drasticamente l’efficacia delle terapie. Il fumo può aumentare di 25 volte il rischio di sviluppare la malattia!!! Non fanno eccezione il fumo di pipa e i sigari, così come l’uso di tabacco masticabile oppure l’uso di sigarette elettroniche. Inoltre nonostante sia tra le cause che maggiormente aggravano la parodontite, spesso il fumo attenua i sintomi dell’infiammazione, nascondendo di fatto la gravità della parodontite, quando in realtà i fumatori sono i soggetti più a rischio.
  2. Lo stress: abbassa le difese immunitarie e aumenta lo stress ossidativo locale delle gengive, oltre a favorire comportamenti legati alla scarsa igiene;
  3. Abitudini alimentari: l‘apporto di vitamine, in particolare vitamina C, oligo-elementi e sali minerali influisce positivamente sulle condizioni delle nostre gengive e sulla risposta alle terapie. Ridurre l’assunzione di carboidrati raffinati e aumentare l’apporto di frutta, vegetali e alimenti contenenti calcio. L’avere una dieta equilibrata migliora anche l’efficacia del nostro sistema immunitario.
  4. Obesità: questa condizione determina una serie di problemi metabolici come la produzione di una maggior quantità di citochine pro-infiammatorie che rallentano la risposta del sistema immunitario verso  stati infiammatori come la gengivite e la parodontite.
  5. Attenzione nel caso di diabete; è importante che tu lo mantenga sotto controllo anche per le tue gengive. Chi ha il diabete infatti ha un rischio 3 volte maggiore di avere la parodontite, mentre chi ha il diabete sotto controllo ha un rischio pari ai pazienti sani. Ma viceversa è importante anche sottolineare che il non sviluppare la parodontite a sua volta aumenta le probabilità che il diabete rimanga sotto controllo.
  6. L’utilizzo di alcuni farmaci potrebbe aumentare il rischio di parodontite: ad esempio farmaci anti-concezionali, farmaci anti-epilettici, anti-ipertensivi calcio-antagonisti, immunosoppressori per il controllo di patologie croniche. Segnala al tuo dentista eventuali patologie e farmaci che assumi e compila attentamente l’anamnesi medica che ti sopponiamo: la guarigione dalla parodontite comincia già dalla corretta compilazione dell’anamnesi medica generale.
  7. La familiarità: se in famiglia mamma e papà hanno sofferto di parodontite anche tu ne potresti soffrire. Da mamma e papà possiamo ereditare l’efficacia della risposta immunitaria verso l’aggressione batterica e di conseguenza la capacità che i nostri tessuti gengivali hanno di ripararsi dopo un attacco dei batteri. Al contrario il corredo batterico si trasmette per via per via orale; per cui anche in famiglia è importante rispettare regole d’igiene come non scambiarsi gli spazzolini o le posate a tavola. 
  8. Le abitudini d’igiene orale a casa : per ultimo ma non per importanza una scarsa igiene orale aumenta il rischio di sviluppare malattia parodontale. Dopo una stancante giornata, quando ormai si è già in pigiama e sotto le coperte, è sempre una seccatura trovare le energie per alzarsi e lavarsi i denti. È però importante mantenere questa buona abitudine perché altrimenti la salute orale può indebolirsi. Se infatti le gengive e l’osso che circonda la radice del dente si infiammano e si indeboliscono, si potrebbe presentare il rischio di perdere i denti nel medio-lungo termine e di andare incontro a infezioni serie, anche con riscontro negativo sulla salute generale.
Come agisce il mio dentista per curare la parodontite?

Il primo step fondamentale consiste nell’inquadrare correttamente la tua bocca e valutare già nella prima seduta d’igiene orale professionale la tua predisposizione allo sviluppo della malattia parodontale o in presenza già di patologia lo stato di progressione della malattia. Tutto questo viene fatto raccogliendo dati sulla presenza di sanguinamento durante le manovre d’igiene, sulla presenza di eventuali tasche parodontali (lacune di osso e/o gengiva attorno ai denti che si vengono a creare a causa del protrarsi dell’infezione e della conseguente infiammazione delle gengive) sulla velocità di formazione della placca e tartaro tra una seduta d’igiene e l’altra. 

Questi dati vengono raccolti in una cartella apposita denominata cartella parodontale e la somma di questi determina un indice di rischio di malattia parodontale che serve a stabilire il piano d’azione necessario a rallentare la patologia. Nello specifico vengono stabilite il numero di sedute d’igiene orale necessarie in un anno, i denti che necessitano terapie correzioni chiurgiche della gengiva e via dicendo. 

Allo stesso tempo vengono stabile con te le manovre d’igiene orale domiciliare che meglio ti permettono di tenere pulita la tua bocca l’azione combinata tra correzione degli stili di vita e una ottima igiene orale garantiscano ai tuoi denti una lunga e sana vita.

All rights reserved © 2022.
Made in KRESCENDO Multimedia

Privacy Policy - Cookie Policy