Odontoiatria Pediatrica

La prevenzione e l’educazione odontoiatrica sin dai primi anni di vita è un presupposto indispensabile per diventare adulti con i denti sani. Quando la dentizione decidua (i denti da latte) è completa, è bene portare il bambino ad una prima visita pedodontica, anche per abituare il futuro paziente ad avere un rapporto sereno con il dottore che si occuperà della salute della sua bocca.
Con l’eruzione dei primi denti definitivi (intorno ai sei anni d’età) si consiglia di sottoporsi a visite di controllo almeno ogni sei mesi, per intervenire tempestivamente in caso di carie.
Se il pedodontista lo riterrà opportuno potrà consigliare la sigillatura dei solchi, una pratica rapida ed indolore. Si tratta di una strategia difensiva che consiste nel proteggere dalle carie i solchi dei molari permanenti. I primi molari permanenti erompono intorno ai 6 anni e sono denti esposti al rischio di carie in quanto difficili da detergere da parte del bambino sia per la scarsa manualità nel lavare correttamente i denti, sia perché, appena erotti, presentano dei solchi molti profondi.
Dall’età dei 6 anni ai 12-13 anni circa, cadono i dentini da latte, nascono i denti permanenti e avvengono importanti fenomeni di crescita scheletrica. In questo lungo periodo i momenti più opportuni per intervenire possono essere diversi a seconda dei vari problemi.
E’ questa l’età giusta, ad esempio, per poter intercettare in tempo disallineamenti dentali, e per prevenire e correggere le alterazioni di crescita scheletrica del mascellare superiore e della mandibola (trattamento ortodontico).

Sigillature

Le superfici masticatorie (o superfici occlusali) dei molari hanno profondi solchi al cui interno può infiltrarsi e rimanere intrappolata la placca batterica. Queste aree, quindi, sono fortemente esposte al rischio di carie anche quando viene attuata una corretta igiene orale.?Il sigillante dentale è una speciale resina bianco-trasparente a rilascio continuo di ioni fluoro, che viene fatta scorrere all’interno dei solchi occlusali, trattati a loro volta in precedenza con un acido per renderli porosi e far aderire quindi efficacemente il sigillante che indurisce grazie all’utilizzo di lampade alogene e che, una volta applicato, impedisce alla placca batterica di penetrare all’interno dei solchi.
Le sigillature sono fatte su denti posteriori, premolari e molari poichè questi sono i denti che di solito presentano solchi e fessure sulla superficie di masticazione. Sarà lo specialista a consigliare o meno le sigillature: alcuni denti formano solchi profondi e stretti che sarà necessario sigillare, altri invece formano solchi meno profondi che non sono esposti a un alto rischio di carie.
La sigillatura dei solchi è una pratica rapida e indolore. Viene eseguita senza richiedere anestesia e spesso senza l’uso del trapano. Il bambino non sentirà alcuna differenza nella masticazione tra prima e dopo il trattamento.
Le sigillature normalmente durano molti anni, ma lo specialista dovrà controllarle periodicamente per accertarsi che siano sempre intatte e quindi efficaci, perchè possono usurarsi. Il dentista potrà allora sostituirne alcune o tutte per escludere che la carie possa iniziare a svilupparsi al di sotto di esse.
Le sigillature andrebbero applicate se necessario non appena i denti permanenti iniziano a erompere, cioè normalmente tra i sei e i sette anni. Gli altri denti possono essere sigillati a mano a mano che nascono, e questo può avvenire tra gli undici e i quattordici anni.

Carie dei denti decidui (“da latte”)

Il nostro studio ha particolare attenzione all’approccio del piccolo paziente, semplicemente perché a noi i bambini piacciono. La parete dell’ambulatorio di pedodonzia ha uno schermo TV dove vengono proiettati, durante la seduta, i loro cartoni animati e documentari preferiti.
Poiché trattiamo bambini anche molto piccoli, per rendere loro meno stressante la seduta e ottenere maggiore collaborazione, abbiamo la possibilità di tranquillizzarli grazie all’utilizzo di metodiche come il protossido d’azoto fatto inalare al piccolo paziente tramite mascherina personalizzata all’aroma di frutta.
Dall’igiene e profilassi all’ odontoiatria conservativa, i dentini da latte vanno curati e trattati solo così si preserverà la salute orale del vostro bambino una volta divenuto adulto.
Curare un dente deciduo (da latte) richiede una tecnica operativa simile a quella di un dente permanente, con la differenza che si lavora in una bocca molto piccola e con un paziente speciale, che richiede una particolare attenzione e cura. Se si riesce ad instaurare un giusto feeling con il bambino, anche grazie all’aiuto dei genitori, si potranno ottenere risultati sorprendenti anche con i pazienti più piccoli, anche superiori a quelli ottenibili con molti pazienti adulti.

All rights reserved © 2020.
Made in KRESCENDO Multimedia

Privacy Policy - Cookie Policy